A Roma un bell'esperimento collettivo di comunicazione

La sezione ARI di Roma sta avviando una bella iniziativa per compiere un esperimento collettivo di comunicazione a breve raggio. Con questa attività vuole verificare l’efficacia e la praticabilità dei collegamenti sulle diverse bande comunemente accessibili.
Il suo nome è Chiamaroma e precisamente consiste nell'effettuare collegamenti locali, a bassa potenza, su tutte le bande dai 160 metri ai 70 centimetri, una per mese.


Le finalità dell’esperimento sono:
  • verificare l’effettiva copertura dell’ambiente urbano sulle diverse bande, come effetto combinato di propagazione e condizioni ambientali;
  • sperimentare le antenne e tecniche operative più efficaci;
  • stimolare tutti gli operatori all’impiego di tutte le bande concesse, anche in modalità spesso non considerate.
L’esperimento è riservato ai radioamatori operativi da Roma e provincia che, secondo il calendario indicato, cercheranno di collegare il maggior numero di corrispondenti possibili tra le altre stazioni partecipanti. La partecipazione non prevede costi se non quelli sostenuti dai singoli per essere operativi ed è aperta a tutti i radioamatori.
La potenza in uscita al connettore d’antenna non dovrà superare i 5 Watt, i modi ammessi sono SSB e FM, a seconda della banda e nel rispetto del band-plan. Sono ammessi solo collegamenti in diretta.
Durante il collegamento andranno scambiati e messi a log:
  • numero progressivo del collegamento
  • rapporto reale
  • CAP del corrispondente
Sebbene i software di log non ne prevedano l’inserimento, si consiglia di comunicare il tipo di antenna in uso in modo da avere un riscontro immediato sulla qualità del collegamento. Ogni corrispondente potrà essere collegato una sola volta su ogni banda per ogni CAP da cui sarà attivo. Le stazioni portatili potranno essere operative anche da più CAP nella stessa giornata. Per riconoscere l’impegno delle stazioni più attive verrà stilata una classifica sulla base del numero di collegamenti effettuati da ogni operatore.
I collegamenti per i quali le informazioni obbligatorie di scambio inserite a log non corrispondano tra i registri delle due stazioni non verranno conteggiati.
L’Organizzazione si riserva di escludere dal conteggio log che presentino un numero anomalo di collegamenti per i quali i corrispondenti non abbiano inviato il log a loro volta. Ad ogni partecipante verrà rilasciato in forma elettronica un attestato di ringraziamento e partecipazione. Secondo la disponibilità di Organizzazione ed eventuali sponsor potranno essere previsti premi per le stazioni più attive. In tal caso i membri dell’Organizzazione saranno esclusi dalla classifica.
Al fine di mantenere l’integrità della sperimentazione, l’Organizzazione si riserva di effettuare verifiche sulle condizioni operative e documentali. L’Organizzazione potrà a proprio insindacabile giudizio escludere dalla sperimentazione log e partecipanti che non ne rispettino lo spirito. Le operazioni si svolgeranno il terzo giovedì del mese, dalle 19 alle 23, secondo questo calendario.
dataorario (locale)bandafrequenza di riferimentomodo
Giov. 18 Feb 1619.00-23.002m145.275FM
Giov. 17 Mar 1619.00-23.0020m14.348SSB
Giov. 21 Apr 1619.00-23.006m 50.525FM
Giov. 19 Mag 1619.00-23.0040m7.198SSB
Giov. 16 Giu 1619.00-23.0010m29.525FM
Giov. 21 Lug 1619.00-23.00160m1.848SSB
Giov. 18 Ago 16riposo
Giov. 15 Set 1619.00-23.0080m3.778SSB
Giov. 20 Ott 1619.00-23.0070cm 433.525FM
Giov. 17 Nov 1619.00-23.0015m21.448SSB
Per riconoscere le stazioni partecipanti, si consiglia la chiamata “CQ ROMA”.
I log andranno inviati esclusivamente in formato elettronico CABRILLO via email a info@ariroma.it entro 10 giorni dalla data delle operazioni, facendo attenzione a compilare anche i campi informativi (indirizzo, CAP, condizioni operative).
Il messaggio deve recare come oggetto “CHIAMAROMA ” (es. CHIAMAROMA IU0XXX). Per la compilazione del log si raccomanda l’impiego del programma JContestLogHQB versione 1.07 o successiva, che Gabriele IZ5HQB ha molto gentilmente modificato apposta per noi.
Nel messaggio di accompagnamento dovranno essere descritte le condizioni operative con particolare riferimento a posizione ed antenna. 

Le stazioni portatili dovranno inviare un log distinto per ogni CAP da cui avranno operato. 
Sulla base dei log inviati verrà prodotto uno studio sui risultati ottenuti, con particolare riferimento a:
  • comparazione di efficacia ed efficienza delle diverse bande;
  • differenze tra quanto ricavabile da software di previsione e risultati sperimentali;
  • paragoni tra i diversi tipi di antenne impiegate.
La documentazione verrà pubblicata sul sito www.ariroma.it e, per estratto, sulle maggiori riviste di settore. I risultati verranno presentati durante una serata dedicata presso la Sezione ARI di Roma.
L’ARI di Roma organizzerà presso i propri locali una o più serate dedicate alla presentazione dell’iniziativa e alla condivisione di idee e strumenti per la partecipazione.
Mercoledì 27 Gennaio 2016, alle 19.00, ci sarà la serata introduttiva.
Fonte ARI Roma
A Roma un bell'esperimento collettivo di comunicazione A Roma un bell'esperimento collettivo di comunicazione Reviewed by staff on 10:38 Rating: 5
francesco ceglie. Powered by Blogger.