Dopo il golpe in Turchia arriva la revoca delle licenze dei radioamatori. Subito dopo la smentita.

Tante strane situazioni continuano a verificarsi nella Turchia del dopo-golpe del 5 luglio, tanto che alcune di queste investono il mondo dei radioamatori.


Il TRAC (l'organizzazione nazionale no-profit per gli appassionati radioamatori in Turchia) ha comunicato sul suo sito-web che il Consiglio Superiore della radio e della televisione della Turchia (RTUK) ha confermato la notizia che Erdogan - il presidente della Turchia - ha revocato 3.213 licenze radioamatoriali nazionali. Secondo le fonti riferite dal TRAC le frequenze HF in Turchia attualmente sono mute e non sono ammesse trasmissioni.

Il numero di radioamatori in Turchia non è molto alto, per questo spaventa un po' il dato (non confermato) di 3.213 licenze revocate. In pratica, oggi, chi sta trasmettendo fuori della Turchia senza licenza deve essere considerato un pirata - ha detto Erdogan.
Il Consiglio Superiore della radio e della televisione della Turchia (RTUK), inoltre, ha annullato le licenze di oltre 20 emittenti radiofoniche e televisive.

Il TRAC, Telsiz ve Radyo Amatörleri Cemiyeti è stata fondato nel 1962 e si trova a Istanbul, con filiali in 44 sedi in tutta la Turchia. Il TRAC è la associazione nazionale membro che rappresenta Turchia nello IARU e, a quanto pare, ora risulta chiuso.


Poche ore dopo, però, arriva una strana e frettolosa smentita da parte di Aziz Sasa, TA1E
Presidente del TRAC che dice:
Non vi è alcuna licenza radio revocata in Turchia e i radioamatori operano regolarmente. I rapporti sulle licenze di radiocomunicazione revocate dal Consiglio Supremo di radiotelevisione (RTUK) non sono confermate e sono frutto di congetture destituite di fondamento. Il RTUK non è un organismo ufficiale di radioamatori. Riteniamo che sia contro il mondo del radiantismo e la sua etica condividere informazioni non confermate, soprattutto in questo momento delicato. Ci piacerebbe ricordare questo a ogni radioamatore per evitare la condivisione di notizie e congetture non confermate.
La situazione, insomma, risulta ancora più confusa dopo questo susseguirsi di pseudo-comunicati ufficiali e smentite istantanee. Staremo a vedere... anzi a sentire!


Dopo il golpe in Turchia arriva la revoca delle licenze dei radioamatori. Subito dopo la smentita. Dopo il golpe in Turchia arriva la revoca delle licenze dei radioamatori. Subito dopo la smentita. Reviewed by Francesco Ceglie on 13:30 Rating: 5
francesco ceglie. Powered by Blogger.